LA STORIA

 

Le origini: l’amore

 

Come tante storie, quella di Patasibilla nasce dall’amore, amore per la terra, per la natura, per il territorio. Gli eventi della vita ci portano lontano ma le nostre radici, in quanto tali, rimangono ben salde nel terreno che ci ha dato i natali.

Quando gli eventi lavorativi consentono ad Alfredo Cristofori, il presidente di Patasibilla, di tornare nelle Marche, decide di dedicare il tempo libero ad un sogno di gioventù: l’agricoltura.

Nel 2001 nasce “La Vettorella” un’azienda agricola individuale il cui obiettivo è quello di produrre patate. La scelta non è casuale in quanto fin dalla seconda metà dell’ottocento la zona pedemontana dei Monti Sibillini era nota per la qualità delle patate che vi si producevano.

La produzione il primo anno si aggira intorno ai 50 q: sembrano tante.

Vengono stoccate nella cantina di casa dove in condizioni di umidità ideale si conservano fino alla primavera.

 

La storia antica: storia di ordinaria follia

 

Anno dopo anno la produzione agricola cresce costantemente, vengono acquistati nuovi macchinari per la coltivazione e l’estrazione delle patate. Si passa così da un’attività prevalentemente manuale ad un’attività svolta con l’ausilio di attrezzi che consentono di ottimizzare i costi di produzione.

Ci si rende conto che il mercato è molto ricettivo poiché è ancora vivo nella memoria collettiva il ricordo della qualità delle patate che si producevano fino alla metà del secolo scorso.

La crescita della domanda favorisce un risveglio di questa attività che era stata azzerata, ridotta semplicemente al soddisfacimento dei bisogni familiari.

Perché dunque non pensare alla coltivazione delle patate come ad un modo per rafforzare il legame tra il territorio e il consumatore creando una nuova relazione tra mondo agricolo e mondo urbano, promuovere un rapporto diretto di conoscenza e di fiducia reciproca che affonda le sue radici nel senso di comunità che ha caratterizzato fin dai tempi remoti la vita nei borghi isolati delle montagne in cui questi tuberi vengono prodotti? E’ follia?

 

La storia moderna: il contagio

 

Nel 2015 nasce Patasibilla associazione che raccoglie 8 imprese agricole situate nei comuni di Montegallo, Montemonaco, Montefortino e Comunanza con lo scopo di promuovere le coltivazioni locali, convinti del valore della biodiversità e consci del contributo che le aziende agricole possono fornire per la conservazione di questo valore.

Sulla scia di Patasibilla associazione, il 4 Agosto 2016 nasce Patasibilla s.r.l soc. agricola della quale fanno parte le seguenti aziende agricole:

 

Azienda agricola “La Vettorella” di Roberta Zachmann, avente sede a Montegallo (AP);

Azienda agricola Laurenzi Orlando, avente sede a Comunanza (AP);

Azienda agricola “La Libellula” di Maurizio Laurenzi, avente sede a Comunanza (AP);

Azienda agricola “Lorenzo” di Francesco Fortuni, avente sede a Montemonaco (AP);

Azienda agricola Laurenzi Alessandro, avente sede a Comunanza (AP);

Azienda agricola Leonardi Vito, avente sede a Montemonaco (AP);

Azienda agricola Leonardi Giampiero, avente sede a Montemonaco (AP);

Azienda agricola Antonini Giuseppe, avente sede a Comunanza (AP);

Azienda agricola Massimo Mazzaferro, avente sede a Ripe San Ginesio (MC)

Azienda agricola Graziano Beccerica, avente sede a Gualdo (MC)

Azienda agricola Agostina APOSTOLI, avente sede a Roccafluvione (AP)

Azienda agricola OASI SUINA, avente sede a MONTEFORTINO (FM)

Azienda agricola Laura MARONI, avente sede a MONTEMONACO (AP)

Azienda agricola  Adorno TIZI, avente sede a MONTEMONACO (AP)

Azienda agricola Vito PASSARETTI, avente sede a COMUNANZA (AP)

 

 

Allo stato attuale le attività delle aziende associate, tutte operanti all'interno del cratere sismico, sono prevalentemente rivolte alla produzione di patate ,uova biologiche, legumi, cereali ed all'allevamento del bestiame.